blog che spiega dalla A alla Z, tutto quello che bisogna sapere in materia di antifurti, sistemi d’allarme, funzionamento, tipi, novità…

Vantaggi e perplessità sul possedere un sistema d’allarme

Vantaggi e perplessità sul possedere un sistema d’allarme

Oggi rispondiamo a una serie di dubbi sollevati da alcuni dei nostri lettori riguardo ai vantaggi e gli  inconvenienti di avere un sistema d’allarme collegato a una centrale.   Il primo dei vantaggi di un sistema d’allarme di questo tipo è che se scatta l’allarme, e tu non puoi correre a casa, ti inviano gli adeguati soccorsi, cosa che non puoi fare se non fosse collegato con la centrale. Un antifurto che è collegato alla centrale avvisa te o le persone che hai indicato in caso di emergenza. Se non è collegato alla centrale, l’unica cosa  che può fare un sistema d’allarme è mettere in fuga i ladri con una sirena interna o esterna, che non smetterà di suonare fino a quando non verrà disattivato l’antifurto, disturbando così tutto il vicinato.   I sistemi collegati a una centrale e quelli che non lo sono hanno prezzi e funzioni simili? I sistemi d’allarme possono avere tutti materiali e servizi simili tra di loro e i prezzi dipendono dall’azienda che installa il sistema. Ovviamente un servizio aggiuntivo come quello di monitoraggio di una centrale d’allarme potrà avere un prezzo più alto, perché include una quota fissa per il servizio. Un sistema d’allarme collegato a una centrale sarà sicuramente un investimento sulla tua tranquillità e serenità perché ti permette di affidare la tua sicurezza a aziende esperte del settore e che veglieranno sulla tua casa 24H per tutti i giorni della settimana.   Compensa pagare tutti i mesi un canone solo per avere questo servizio? Se hai parenti e amici che vivono vicini e possano correre a casa tua nel caso scattasse l’allarme, probabilmente non sarebbe così necessario un sistema d’allarme connesso alla centrale, ma cosa fai se ti trovi a 40 kilometri di distanza? Senza pensare al pericolo che potrebbero correre le persone che vanno a casa tua. Sarai veramente tranquillo senza sapere cosa sta succedendo?...

Leggi
Sei consigli utili per evitare furti in casa

Sei consigli utili per evitare furti in casa

Non ci stanchiamo mai di darvi alcuni consigli di sicurezza come in un articolo precedente sui furti in casa. Per questo oggi vi diamo alcuni consigli utili per proteggere la vostra proprietà:   La cosa fondamentale per evitare furti in casa è non far sapere in giro che staremo fuori casa per un periodo stabilito.. Soprattutto quando andiamo in vacanza, che è il momento in cui una casa è più vulnerabile, è importante evitare di comunicarlo a tutti, in particolare quando sono presenti degli sconosciuti. Lo stesso vale per i social network: non pubblicate quanto tempo la casa sarà disabitata, perché i ladri ormai usano tutte le ultime tecnologia per pianificare i furti. La fretta quando usciamo di casa può essere pericolosa. Ci dobbiamo sempre assicurare di aver chiuso bene porte e finestre (incluso i lucernari), per non rendere più facile un’intrusione. Evita di dare l’apparenza che la casa sembri vuota. Per questo lascia i vestiti stesi o utilizza temporizzatori per programmare l’accensione delle luci a un’ora determinata, per fare in modo che sembri che ci sia gente in casa. Se abbiamo un balcone aperto, dobbiamo evitare di lasciare oggetti di valore, facilmente raggiungibili dai ladri. Se ci sono tubi, muri o alberi che possono rendere facile l’accesso alla casa, dobbiamo provvedere a installare elementi ostacolanti per evitare il rischio di furti in casa. Ovviamente è molto pratico poter contare su un sistema antifurto per prevenire ed evitare furti in casa. Ogni volta che torniamo a casa, soprattutto dopo le vacanze, dobbiamo stare attenti che non ci siano prove o segni che la porta è stata forzata. Nel caso ci trovassimo in questa situazione è consigliabile chiamare immediatamente la polizia. Questi consigli possono valere per tutti i giorni, ma soprattutto quando stiamo partendo per le vacanze, in questo modo staremo più tranquilli e senza pensieri riguardo a quello che ci possiamo trovare al nostro ritorno....

Leggi
Perché attaccare i cartelli antifurto

Perché attaccare i cartelli antifurto

Uno degli elementi più semplici, ma molto efficaci dei sistemi d’allarme, è il cartello antifurto. Questo prodotto ha un forte carattere dissuasorio nei confronti di possibili intrusi. Anche se viviamo in una casa in un comune abitato in tutti i periodi dell’anno o solo per alcuni mesi, il bisogno di proteggerla ci assale solamente quando la lasciamo per un periodo determinato. Grave errore. Le logiche di proprietari e ladri sono ovviamente diverse, ma per proteggere case che rimangono in disuso per lunghi periodi, il cartello antifurto è utilissimo perchè avvisa e informa della presenza di un antifurto. Può sorgere il dubbio che in realtà il cartello possa essere pericoloso perché informa i ladri sulla tipologia di sistema d’allarme che si possiede con il rischio che possano informarsi su come disattivarlo. Questo può essere vero solo quando l’azienda di sicurezza che fornisce il servizio ha un sistema limitato e non è in comunicazione con una centrale di ricezione allarmi. Se si fa affidamento su un’azienda che offre varie opzioni di trasmissioni e tipi di prodotti, un cartello antifurto può evitare un’intrusione nel 30% dei casi. Varie aziende di sistemi d’allarme o videosorveglianza offrono diversi tipi di cartello per l’antifurto. Un tipo di cartello antifurto può segnalare all’esterno della proprietà protetta da un sistema d’allarme, la presenza di una connessione con una centrale antifurto o un’azienda di vigilanti. Esistono cartelli per esterni che informano della presenza di un sistema di sicurezza per tutto il perimetro della casa.Altri cartelli dissuasori, che includono telecamere, avvisano della possibilità di essere registrati da un sistema di videosorveglianza. La presenza di un cartello antifurto, deve sempre essere accompagnata da una serie di misure basiche per la sicurezza della casa. Non lasciare accesa la luce della porta d’entrata, chiudere finestre e balconi quando si esce, così come la porta a chiave, sono solo alcune di queste misure che vanno associate alla presenza di un buon sistema di allarme e...

Leggi
Cerca l’antifurto per la casa più completo per garantire la sicurezza della tua famiglia

Cerca l’antifurto per la casa più completo per garantire la sicurezza della tua famiglia

Sempre di più le notizie e i sondaggi rivelano che gli italiani non si sentono sicuri. Le amministrazioni stanno cercando di dare una risposta a questa situazione rafforzando la presenza delle Forze dell’Ordine, soprattutto nelle grandi città. Mentre lo Stato si preoccupa delle zone pubbliche, tu ti dovrai preoccupare di garantire la sicurezza della tua famiglia con un antifurto per casa. Oggi vogliamo parlare di un’azienda svedese che si sta facendo strada anche nel nostro Paese, dopo aver conquistato 2 milioni di clienti in tutto il mondo tra Europa e Sudamerica. L’antifurto basico per la casa di Verisure include un pannello di controllo, un lettore chiavi, le smart keys magnetiche, sensori di movimento e di apertura porte con fotocamera con flash integrato, cartelli dissuasori e una sirena ad alta potenza. A differenza di altri antifurti sul mercato, conta su una Centrale Operativa 24H che riceve il segnale d’allarme insieme alle foto scattate dai sensori, per poter vedere ciò che sta succedendo in casa. Nel caso si sia verificata un’intrusione, l’operatore  manda le Guardie Giurate che presiedono la centrale 365 giorni all’anno. Inoltre grazie all’app My Verisure il sistema permette di tenere sotto controllo la tua casa direttamente dal tuo smartphone ovunque ti trovi.   Se avete già un antifurto casa Verisure installato, l’azienda offre la possibilità di ampliare il sistema, per aumentare la sicurezza della casa. Composto da due sensori perimetrali, protegge l’esterno della tua casa individuando l’intruso prima che entri.Aumenta la capacità di rivelazione dell’intruso, creando un’area perimetrale sicura nella parte esterna (giardino, terrazza). Il Pack Duo Foto include due sensori di movimento con fotocamere, per un monitoraggio completo della tua casa. Inoltre esiste la possibilità di configurare uno dei sensori con un cassetto segreto, uno spazio adatto a nascondere e proteggere gli oggetti di valore. Il pack duo Perimetrale composto da due sensori perimetrali,  protegge l’esterno della tua casa individuando l’intruso prima che entri.  Aumenta la capacità di rivelazione dell’intruso, creando un’area perimetrale sicura nella parte esterna (giardino, terrazza). Non c’è bisogno che entrino in casa, perché se solo cercassero di forzare la porta, il sensore lo noterebbe e manderebbe un segnale d’allarme.   Esistono molte combinazioni possibili per rinforzare la sicurezza con l’antifurto per casa Verisure....

Leggi
Prima di decidere, informati bene sulle offerte e i prezzi dell’antifurto

Prima di decidere, informati bene sulle offerte e i prezzi dell’antifurto

Per scegliere un’azienda di sistemi d’allarme, bisogna valutarne il prestigio, il prezzo dell’antifurto e dell’installazione, la quota mensile che si dovrà pagare, le caratteristiche del sistema e i componenti di cui avrai bisogno affinché sia garantita la sicurezza di tutta la proprietà. Online puoi trovare vari siti che ti possono aiutare a valutare la migliore soluzione. Queste pagine raccolgono le varie offerte di prodotti e potrai vedere quale risponde meglio alle tue esigenze. Nel momento in cui dovrai valutare offerte e prezzi dell’antifurto ti consigliamo di: – Assicurati che tra le offerte di sistemi d’allarme che scegli, ci sia una compagnia prestigiosa e con esperienza. – Chiedi informazioni sulle caratteristiche dei componenti e sul loro funzionamento. La miglior soluzione è che ti lasci consigliare dagli esperti e che siano loro a installare l’antifurto. – Conferma con il commerciale che i prezzi dell’antifurto siano ancora validi. – Alcune aziende offrono preventivi online gratuiti: non esitarne a richiederne uno, visto che il miglior modo per assicurarti che il prodotto che sceglierai sia veramente quello di cui hai bisogno, sarà vederlo di persona. – Scarta le offerte di sistemi antifurto che dovresti installare da solo, o quelle che non siano collegate direttamente con una centrale antifurto. Se non sarà così non potrai garantire un livello di sicurezza al 100%. Questi sono solo alcuni dei consigli generali che ti aiuteranno a prendere una decisione, ma, in qualsiasi caso, la cosa più importante è che affidi la sicurezza a degli esperti. Questo è il miglior consiglio che ti possiamo...

Leggi
Controlla chi entra in casa grazie al sensore di presenza

Controlla chi entra in casa grazie al sensore di presenza

Un sistema di sicurezza è composto da vari elementi, tutti progettati con la tecnologia più d’avanguardia e disegnati per garantire la massima protezione di case e aziende. Tra questi dispositivi si trova il sensore di presenza che funziona in diversi modi in base a dove sia installato e al tipo di tecnologia che utilizza, ma fondamentalmente esistono due tipologie di sensori: – Sensore di presenza, di movimento. Sono forniti di sensori fotovolumetrici con macchina fotocamera integrata e flash per la visione notturna. Quando individuano un corpo estraneo nella stanza, si attiva la fotocamera e si accende la luce per la cattura delle immagini, non solo in una ma in tutte le fotocamere che sono  installate lungo il perimetro, per rendere possibile scattare foto nell’oscurità. Quando questi sensori si utilizzano in zone esterne, la sola attivazione del flash si converte in un elemento dissuasorio per gli intrusi, evitando così conseguenze maggiori. Questi dispositivi, denominati sensori perimetrali, sono pensati per proteggere gli esterni della tua casa o azienda: balcone, piscina, giardino, cortile, ecc. – Sensori di vibrazione. Sono stati progettati per captare ogni tipo di vibrazione fuori dal normale e si installano facilmente su porte e finestre. In questo modo, ogni piccola vibrazione fa scattare l’allarme ogni qualvolta c’è un tentativo di intrusione non permesso. Questi tipi di allarmi possono essere controllati da qualsiasi dispositivo mobile o dal pannello di controllo. Possiamo impostare e attivare i sensori quando lo riteniamo necessario e, in caso d’allarme, possiamo contattare direttamente la Centrale Operativa dell’antifurto che avvisa le forze dell’ordine o i servizi di emergenza. Il tutto in meno di 60...

Leggi
Come dev’essere un antifurto esterno per la casa

Come dev’essere un antifurto esterno per la casa

La miglior azienda per la sicurezza della casa è quella che adatta i suoi prodotti ai bisogni dei clienti. Offre preventivi su misura in base a alle caratteristiche dell’immobile e al bisogno di protezione degli inquilini. I preventivi devono essere preparati da specialisti della sicurezza che individuano i punti deboli della casa e definiscono l’insieme di prodotti che compongono il sistema d’allarme: il numero di sensori e se ha bisogno di un antifurto esterno. Nel caso in cui l’immobile da proteggere disponga di zone esterne, per esempio, lo specialista realizzerà un preventivo gratuito le consiglierà  di installare un antifurto esterno con sensori perimetrali. Si tratta di sensori pensati per proteggere le zone esterne della casa: balconi, terrazza, piscina, giardino, cortile ecc. Questi sensori anticipano i movimenti dell’intruso, lo individuano e fanno scattare l’allarme prima che si avvicini alla proprietà. Questo dispositivo di sicurezza dell’antifurto esterno è stato pensato per proteggerti quando stai fuori o dentro casa. Di solito presentano una fotocamera di alta sicurezza che cattura le immagini dell’intruso e le invia alla centrale operativa per farle verificare da un team di professionisti. Grazie a una tecnologia a microonde e infrarossi è capace di proteggere ogni tipo di casa, in particolare quelle più esposte a furti e intrusioni, come le villette. queste sono le caratteristiche che rendono queste case vulnerabile: hanno numerosi punti d’accesso, sono di altezza medio-bassa, hanno ampi spazi esterni (giardini, piscine, ecc.), oltre a punti cechi in cui un ladro può nascondersi…inoltre le case grandi tendono ad avere zone poche utilizzate, come cantine, magazzini e mansarde che normalmente si ignorano nel momento in cui si pensa di installare un sistema d’allarme. Se la villa si utilizza come seconda casa o si passa stagioni intere disabitata, i rischi si moltiplicano. Questa combinazione di fattori fanno sì che un antifurto esterno sia...

Leggi
10 consigli per migliorare la sicurezza in casa

10 consigli per migliorare la sicurezza in casa

Aumentare la sicurezza della casa e, pertanto, ridurre il rischio di furto nella tua abitazione è semplice. Con qualche semplice consiglio potrai garantire la tua sicurezza e quella dei tuoi cari. Queste sono alcune delle nostre raccomandazioni: Cambia l’ora e il percorso di ritorno a casa dal lavoro. Cerca di non seguire le stesse abitudini tutti i giorni. Affida le chiavi di acceso al sistema di sicurezza della casa solo alle persone più fidate. Solo le persone più intime devono avere accesso al sistema di sicurezza installato. Le serrature possono convertirsi in un punto debole per la sicurezza della casa. Con l’uso eccessivo si deteriorano e i ladri lo sanno. È molto importante controllarle e cambiarle periodicamente affinché il loro stato sia ottimo. Evita di divulgare i tuoi progetti per le vacanze sui social, e nemmeno di fronte a sconosciuti: potresti lasciare troppi indizi, se le loro intenzioni non fossero buone. Non conservare in casa grandi quantità di denaro, oggetti o documenti di valore. Se non hai altri rimedi utilizza le cassette di sicurezza É importante chiudere a chiave le porte ed è consigliato che abbiano due punti di chiusura. Assicurati che tutti gli accessi all’abitazione siano debitamente chiusi quando non ci sei. Cerca sembrare di dare la sensazione che la casa è occupata, anche in caso di assenza prolungata. Quindi non tirare giù del tutto le persiane. Se puoi, installa un orologio che programma le luci che illuminano la casa per zone in orari diversi. Chiedi a un conoscente che ti svuoti la cassetta delle lettere con regolarità. Non ti dimenticare le finestre che si affacciano sul cortile: sono i punti d’accesso che passano più inosservati e quindi sono punti perfetti per i delinquenti per nascondersi. – Se perdi le chiavi cambia la serratura. Fai lo stesso anche quando vai a vivere in una casa che prima era abitata. Fai un inventario con i numeri di serie di fabbrica di tutti i dispositivi presenti in casa, per permetterne l’identificazione in caso di furto. `la miglior soluzione per cercare di...

Leggi
Cosa fare se scatta un allarme incendio

Cosa fare se scatta un allarme incendio

Esistono sul mercato alcuni sistemi di sicurezza che prevedono rilevatori antincendio che avvisano in caso di presenza di fumo. I sensori di fumo possono proteggere da situazioni di pericolo come un incendio. Questi sensori sono in grado di avvisare della presenza di fumo in una stanza e il sistema di sicurezza fa scattare l’allarme antincendio. Questo tipo di sistema invia l’allarme al padrone di casa ma spesso anche a una centrale operativa, come nel caso di Verisure, che dopo aver verificato che non si tratta di un falso allarme, contatta i vigili del fuoco perché intervengano nel minor tempo possibile. Il tempo di risposta di questo tipo di centrali non arriva ai 60 secondi. Nel caso ci si trovi all’interno di casa quando scatta l’allarme antincendio, vi raccomandiamo di seguire questi semplici consigli: Cerca di rimanere tranquillo. Se non hai un sistema d’allarme che lo può fare per te, chiama i pompieri. Se il fuoco ha già preso piede e non puoi spegnerlo da solo, esci di casa. Prenditi cura dei bambini, non farli nascondere sotto mobili e tavoli. Non lasciare porte e finestre aperte quando lasci la casa, per evitare che il fuoco si propaghi più rapidamente. Non usare l’ascensore, perché ci potresti rimanere intrappolato, nel caso in cui tolgano la corrente. Copri i buchi delle porte con un asciugamano per evitare il propagarsi del fumo. Se c’è molto fumo esci camminando a quattro zampe e vicino alle pareti. Non ti dimenticare di prendere le chiavi di casa per agevolare l’entrata dei pompieri. Non uscire dalla finestra prima dell’arrivo dei pompieri. Se non puoi uscire di casa, chiudi la porta della stanza incendiata. Se sei uscito dall’edificio, non ci rientrare per recuperare oggetti. E ricordati di avvisare i...

Leggi
Come garantire la sicurezza dei bambini in casa

Come garantire la sicurezza dei bambini in casa

A un bambino basta un attimo per approfittare della distrazione degli adulti per rischiare di combinare qualche guaio. Il problema nasce quando una piccola svista si trasforma in un incidente. Per questo la sorveglianza dei bebè e dei bambini è fondamentale. Questi sono alcuni consigli per garantire la sicurezza dei bambini da parte dei genitori: Non lasciare medicine, prodotti di pulizia e oggetti piccoli a portata di mano dei bambini.  Puoi utilizzare cassette con chiavi, contenitori ermetici, serrature in armadi e cassetti che eviterà che i bambini mettano in bocca qualcosa di rischioso per  la loro salute. Se hai un bebè che gattona, mettiti nei suoi panni. Questo significa andare in giro per la casa a quattro zampe e osservare tutti i punti che può raggiungere. In questo modo individuerai i punti a cui non deve arrivare. È un esercizio semplice e pratico per la sorveglianza e sicurezza dei bambini. Usa un protettore di spine di corrente in tutte quelle che può raggiungere. Così eviterai che tuo figlio possa mettere le dita o qualche piccolo oggetto nelle prese. Metti ganci in tutte le porte della casa. Sarà impossibile che tuo figlio si schiacci le dita nella porta ed eviterai che le porte sbattano. Se ci sono scale in casa, installa un cancelletto. In questo modo eviterai qualsiasi incidente sulle scale. Un’altra misura pratica ed efficace: collocare tappetini antiscivolo sotto i tappeti. In questo modo bambini ed adulti eviteranno di scivolare o inciampare. Fondamentale per i genitori che hanno un bambino appena nato è avere una radiolina che permetta di ascoltare quando il bambino dorme, che puoi portare in ogni punto della casa. In questo modo potrai sapere quando si sveglia, se piange o ti chiama. Proteggi gli spigoli. È inevitabile che i bambini cadano, però se copri gli spigoli eviterai che il danno sia maggiore. Fai attenzione con le mensole e le librerie, fissale sempre alla parete. È il miglior modo per evitare che cadano addosso ai bambini se ci si appoggiano o le tirano. Con questa misura garantirai la sicurezza dei bambini ma anche del resto della famiglia. Una misura più specifica è anche un rilevatore di fumo che ti avviserà se è in corso un incendio e...

Leggi
Página 5 de 11« Primera...34567...10...Última »