blog che spiega dalla A alla Z, tutto quello che bisogna sapere in materia di antifurti, sistemi d’allarme, funzionamento, tipi, novità…

Richiedi un preventivo online per conoscere il costo dell’antifurto

Richiedi un preventivo online per conoscere il costo dell’antifurto

Prima di scegliere un antifurto è sempre utile sapere quale sarà il costo dell’installazione e di tutti i prodotti. Per questo alcune aziende permettono di richiedere un preventivo online. Per esempio, una delle aziende più all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, è Verisure, multinazionale che solo nell’ultimo anno ha impedito che i suoi clienti subissero centinaia di furti.. Per richiedere il preventivo online si può accedere al loro sito, dove ti propongono un questionario in cui devi descrivere le principali caratteristiche del domicilio o locale in cui vuoi installare l’antifurto. In questa pagina si può anche lasciare il numero telefono e l’azienda ti chiama subito per risolvere prontamente qualsiasi domanda riguardo al preventivo online per il tuo sistema. Oltre al preventivo online si può anche chiamare il numero 800 990 999 e richiedere uno studio che realizzerà uno specialista di sicurezza per garantire la protezione totale dei tuoi beni o proprietà. Una volta sia stato realizzato lo studio, stilerà un preventivo di allarme totalmente gratuito e d’accordo con le tue necessità. Se accetti il preventivo, in meno di 24 ore la tua casa sarà protetta da una rete di specialisti e un tecnico provvederà a spiegarti dettagliatamente il funzionamento del sistema di allarme. Non tutte le aziende ti permettono di fare un preventivo online o di descrivere le tue esigenze di sicurezza in un formulario che si trasforma nel tuo preventivo una volta che un vero esperto abbia visto la casa e i suoi punti deboli per installare l’impianto che meglio risponda alle tue...

Leggi
Antifurto volumetrico e barriere perimetrali…cos’è meglio per la protezione degli esterni?

Antifurto volumetrico e barriere perimetrali…cos’è meglio per la protezione degli esterni?

Quando parliamo di antifurto volumetrico per esterni, dobbiamo tenere presente che la maggior parte dei sensori esterni coprono due altezze e che entrambe devono saltare per poter far scattare l’allarme. I sensori devono essere calibrati bene e senza piante o animali nel raggio di protezione per poter essere efficaci. In questo modo si possono ridurre i falsi allarmi  a cui sono soggette le zone esteriori. Le barriere perimetrali si devono installare per fare in modo che un intruso non possa evitarle. Per farlo bisogna disporle a stella di David nella zona da proteggere, così, se il ladro riesce a evitare la prima, si troverà nel mezzo di una seconda zona protetta che ne limiterà i movimenti. Montare questo tipo di protezione comporta dei  costi abbastanza alti e, per di più, in zone con poco spazio le barriere sono difficili da installare. Se si dispongono le barriere in forma di quadrato o rettangolo, marcando un perimetro lineare, qualsiasi persona, vedendole, può evitarle con una scala per entrare ed uscire. Per questo motivo molto spesso le barriere vengono accompagnate dai sensori perché siano più efficaci nella protezione della casa. La funzione principale di un antifurto volumetrico è quella di evitare che l’intruso arrivi ad entrare in casa. Se il sistema permette l’installazione di barriere protettive a infrarossi o microonde, queste devono essere installate a distanze molto ravvicinate perché abbiano un tempo di reazione rapido. I sensori di un antifurto volumetrico, così come le barriere, possono essere un problema se ci fosse molto vento che muove foglie, sacchetti di plastica o in caso di animali randagi di una certa grandezza. Se per l’installazione ci si affida a un esperto e il proprietario si impegna a mantenere pulita la zona da oggetti che possono generare falsi allarmi, il sistema non presenterà problemi a la casa sarà al...

Leggi
Non proteggere il tuo negozio con un antifurto fai da te

Non proteggere il tuo negozio con un antifurto fai da te

La sicurezza del tuo negozio o locale è fondamentale. Per questo non ti puoi affidare a un antifurto fai da te.  Secondo i dati della Confesercenti, riassunti in quest’infografica ogni 5 minuti si verifica un furto in un negozio, per un totale di 106.000 all’anno. Quasi un furto su due è avvenuto in solo tre regioni: Lombardia, Emilia Romagna e Lazio. Inoltre i commercianti si stanno dimostrando solidali e tentano di arginare il fenomeno: il 54% ha segnalato furti o rapine ad attività commerciali nella propria zona. In qualsiasi momento, quando meno te lo aspetti, ti potresti trovare in una situazione di pericolo. Per questo non puoi decidere di comprare un antifurto fai da te, ma devi affidarti a un professionista ed esperto della sicurezza. Esistono sistemi d’allarme che includono un pulsante anti rapina.. Questo dispositivo è molto util per comunicare che sei in pericolo. Se lo installi in un punto strategico, fuori dalla vista e dalla portata dei delinquenti, può funzionare anche quando il sistema è stato sabotato e disattivato. Premendo questo pulsante antirapina, invii un segnale di pericolo alla centrale operativa o alle forze dell’ordine a cui è collegato il sistema. La possibilità di essere collegati a una centrale operativa è il motivo fondamentale per cui ti sconsigliamo di installre un antifurto fai da te che può essere facilmente disattivato e che non conta su un personale disposto ad aiutarti in caso di rapina o emergenza. Se i ladri sanno che stai usando un antifurto fai da te non avranno problemi a scollegarlo e ad entrare nel tuo...

Leggi
Come sono gli allarmi per casa senza fili?

Come sono gli allarmi per casa senza fili?

I vecchi sistemi di sicurezza comunicano tra i vari componenti attraverso un sistema di cavi. Questo tipo di installazioni implicano processi lunghi e costosi perché prevedono lavori di trivellazione di pareti, muri, tetti, stipiti delle porte ecc. per questo gli allarmi per la casa senza fili sono la soluzione migliore. Se hai bisogno di installare un antifurto nel tuo negozio o locale e decidi di usare un allarme con fili, questa scelta ti costringerà a chiudere la tua attività per lavori, rischiando di perdere possibili guadagni. Quindi non ci pensare e installa un allarme senza fili. Inoltre questi sistemi di allarme non sono nemmeno sicuri perché se l’intruso taglia i fili, l’antifurto perde la possibilità di comunicare con la centrale – nel caso in cui disponga di questo servizio – e se non c’è nessuno che possa sentire la sirena e chiamare la polizia, il ladro riuscirà probabilmente ad entrare. Gli allarmi per casa senza fili, sono più moderni, innovativi e sicuri. La loro installazione è veloce, comoda e semplice visto che, non avendo elementi fisici che sono collegati tra di loro, si può montare in poche ore, senza lavori invasivi. In questo modo avrai un allarme operativo in poche ore. Molti di questi allarmi sono dotati di un pannello di controllo senza fili, che si affida alla tecnologia GSM, in modo che funzioni via radio con tutti gli elementi e lo puoi configurare dal cellulare o dal computer. Potrai controllare lo stato del tuo allarme o della tua casa, ovunque ti trovi. Alcuni di questi allarmi senza fili, grazie a una tecnologia all’avanguardia, si possono collegare a sistemi di domotica per la casa. Questi ti permettono di controllare se hai chiuso porte e finestre quando sei fuori di casa, di spegnere o accendere le luci,  il riscaldamento o l’aria condizionata. Offrono la possibilità di collegare tutti gli elettrodomestici, per mantenere un controllo totale della tua casa. Una cosa che qualche anno fa sembrava futuristica ma ora è una...

Leggi
Chiama uno specialista per installare il tuo allarme in casa

Chiama uno specialista per installare il tuo allarme in casa

Secondo un sondaggio svolto dall’azienda Verisure, il 77,50% teme aggressioni nell’appartamento con la propria famiglia. Se anche tu sei preoccupato per la sicurezza della tua casa e della tua famiglia, è probabile che ti sia già informato per installare un allarme in casa. Effettivamente è la soluzione più pratica e intelligente per proteggere qualsiasi immobile senza aver bisogno di grandi lavori ed evitando costi molto alti. È anche vero che installare un allarme in casa non è una decisione che si deve prendere alla leggera. Esistono vari tipi di allarme e molte aziende che offrono servizi di sicurezza, per cui la miglior decisione sarà affidarsi a esperti del settore. Quando prendi in considerazione la possibilità di installare un allarme in casa, richiedi uno studio di sicurezza. Aziende come Verisure inviano i loro esperti di sicurezza a svolgere uno studio gratuito delle zone più a rischio della tua casa, per poi pensare ad una soluzione adatta alle esigenze del domicilio. In questo modo verrà ideato un sistema d’allarme ad hoc con un preventivo gratuito e personalizzato. L’importante è che solo professionisti qualificati si occupino di installare il tuo allarme per la casa, per garantirne il buon funzionamento senza generare inutili costi aggiuntivi. Un allarme come quello di Verisure è collegato alla Centrale Operativa, a disposizione dei clienti 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno. Garanzia e servizio tecnico inclusi a vita, controllo remoto da smartphone, tablet o computer grazie a una comodissima app. Affidarsi agli esperti di sicurezza Verisure, ti farà stare più tranquillo e ti garantirà la protezione della tua...

Leggi
L’innovazione tecnologica è fondamentale per la sicurezza della casa e non solo

L’innovazione tecnologica è fondamentale per la sicurezza della casa e non solo

Ormai da qualche anno i ladri sono coscienti della presenza di sistemi d’allarme e hanno iniziato a sabotarli, mettendo a repentaglio la sicurezza della casa. In molti casi tagliano i cavi dell’antifurto rendendolo così inefficace. Per questo molte aziende hanno iniziato a produrre sistemi d’allarme wireless. Ultimamente i cosiddetti Ladri 2.0 hanno cambiato le tecniche di furto, si sono fatti più furbi e hanno iniziato ad usare sistemi di ultima tecnologia, come per esempio gli inibitori di frequenza.   Per affrontare questo nuovo tipo di delinquenti, aziende di sistemi d’allarme all’avanguardia hanno iniziato a  introdurre sistemi capaci di ritrasmettere il segnale d’allarme nonostante gli inibitori e garantire, in questo modo la sicurezza della casa. Il caso dell’azienda spagnola Securitas Direct è esemplare da questo punto di vista. Nel momento in cui si resero conto della criticità cercarono subito una tecnologia che fosse in grado di superare quella usata dai ladri. Contattarono l’azienda francese Sigfox e fecero montare dall’azienda Cellnox una rete Ultra Narrow Band (UNB) a cui sono collegati 3 milioni di dispositivi di Securitas Direct Verisure capaci di individuare i ladri, anche se usano gli inibitori.   Inoltre la compagnia sta sviluppando una tecnologia specifica per automobili, che permette di sapere dov’è la tua macchina e se è stata rubata o no. Il cliente si deve identificare quando entra e se questo non avviene il sistema conferma la possibilità che si tratti di un furto.   Tutte le nuove tecnologie hanno bisogno di bande di frequenza molto larghe per poter proteggere tutte le informazioni che ricevono i sistemi d’allarme da ladri che li possano sabotare. Per questo affidarsi a un’azienda che usi tecnologie d’avanguardia è fondamentale per la sicurezza della tua casa o azienda....

Leggi
I rivelatori di fumo possono essere la tua salvezza

I rivelatori di fumo possono essere la tua salvezza

I rilevatori di fumo sono la forma più efficace per individuare un incendio nella fase iniziale. La loro capacità di rilevare l’incendio prima che diventi pericoloso, permette di prendere le misure necessarie per controllare il fuoco, agevolare l’evacuazione e agire sul sistema d’estinzione. Rilevatori di fumo sul lavoro Una semplice scintilla da un computer può provocare un incendio dalle conseguenze disastrose. Un rilevatore d’incendio avviserà dell’incidente prima che si possa trasformare in un aneddoto spiacevole. Rilevatori di fumo in casa Anche se in Italia non è obbligatorio l’uso di rilevatori di incendio in casa, molti Paesi d’Europa considerano che la sicurezza delle famiglie sia basica e lo rendono obbligatorio, anche se si tratta di un rilevatore molto semplice che funziona a pile. Il rilevatore d’incendio automatico È il responsabile della rilevazione dell’incendio e di attivare le misure di controllo. Il sensore, senza avere bisogno dell’intervento di persone, svolge la sua funzione di vigilanza della zona che protegge. Secondo le statistiche in Italia muoiono all’incirca 3.000 persone all’anno a causa del fumo che si produce durante gli incendi. I sensori automatici garantiscono il massimo della sicurezza perché lanciano l’allarme per procedere all’evacuazione del locale e possono attivare il sistema antincendio. Sequenza di funzionamento I rilevatori di fumo si attivano in presenza di fumo o per l’aumento della temperatura, in base al tipo di sensore installato. Inviano un segnale alla centrale antincendio e attivano i sensori che si incontrano nella linea di avanzata del fuoco. La centrale svolge la funzione di ponte tra il sistema di rilevamento e quello di estinzione, evacuazione o avvisando i pompieri. Spesso si può avvisare la centrale attivando un bottone installato nella zona protetta dai sensori. Come qualsiasi sistema elettronico i rilevatori di fumo devono essere soggetti a revisioni periodiche in base alla normativa vigente. Molto spesso i tecnici dell’azienda che avete scelto dovranno pulire le telecamere interne e svolgere le loro perizie di...

Leggi
Requisiti fondamentali per la videosorveglianza

Requisiti fondamentali per la videosorveglianza

La videosorveglianza è un servizio molto interessante tanto per la sicurezza della casa quanto per quella dell’azienda. Anche se è sicuro che allarmi e sensori di movimento danno ottimi risultati, non c’è nulla che può dissuadere maggiormente un ladro che una telecamera di vigilanza. Nel mercato esistono infiniti modelli e tipi diversi di videocamere. Così, in base alle caratteristiche della zona che vogliamo proteggere, alcune saranno più efficienti di altre. Si differenziano tra di loro soprattutto per il tipo di sensore che usano e la risoluzione. Esistono telecamere per giorno e notte, di solito esterne e capaci di dare ottimi risultati anche quando l’illuminazione esterna è molto bassa, perché attivano automaticamente la modalità in bianco e nero, permettendo così di visualizzare quello che succede. La differenza con gli infrarossi è che queste hanno bisogno di una quantità minima di luce, altrimenti non funzionano all’oscurità totale. Esistono anche telecamere nascoste o spia, utili per controllare determinati punti di un’azienda o un negozio. Si nascondo perfettamente in sensori di movimento e d’incendio, prese di corrente, anche se la qualità d’immagine non è la migliore e hanno bisogno di una buona illuminazione, sono utilissime per le indagini in borghese. Non dimentichiamoci che, essendo un ottimo sistema di dissuasione, molte aziende decidono di montare telecamere di videosorveglianza false. Questo tipo di telecamere di solito creano giochi di luci che danno l’impressione che funzionino davvero. Anche se serve anche come strumento di dissuasione l’opzione più sicura è montare un sistema di videosorveglianza che possa registrare sia video che audio....

Leggi
T come teleassistenza. Sai di che si tratta?

T come teleassistenza. Sai di che si tratta?

Il servizio di teleassistenza è un sistema di attenzione personalizzato basato nelle nuove tecnologie di comunicazione che permette agli utenti  di essere in contatto via telefonica o cellulare con un centro di ricezione di allarmi, 24 ore al giorno, tutti i giorni dell’anno. Gli operatori di questo centro sono altamente qualificati e sono in grado di rispondere alle sue chiamate o di mobilitare i sistemi d’emergenza in caso di emergenze sociali o sanitarie. Questa comunicazione è possibili con solo toccare un bottone o con l’attivazione di dispositivi programmati previamente.   In alcuni casi anche i sistemi di antifurto integrano le funzioni d’allarme con quelle di emergenza, come nel caso di Verisure che, tra i vari dispositivi extra per il suo sitema, presenta un bottone SOS da premere in caso d’emergenza. Esistono vari tipi di teleassistenza.   Teleassistenza standard Questa linea è soprattutto per persone anziane, e ha un carattere preventivo e serve per aumentare l’autonomia personale. I suoi obbiettivi sono: Aumentare la sicurezza dei clienti e l’autonomia. Adattare la teleassistenza ai bisogni reali degli utenti. Offrire una risposta sicura davanti alla possibilità di una situazione di rischio, riducendo le conseguenze evitando i in un incidente. Teleassistenza avanzata Si tratta di completare il sistema di assistenza con dispositivi che permettono di monitorare l’ambiente degli utenti per disporre di informazioni immediate di possibili situazioni di rischio. Il profilo generale dell’utente che fa uso di teleassistenza avanzata sono: Persone che già ricevono un servizio di teleassistenza. Maggiori di 70 anni. Persone che vivono sole o passano la maggior parte del giorno da sole. Con un livello di autonomia medio alto. Teleassistenza al cellulare Questo è un tipo di servizio che si presta con un terminale di telefonia mobile GSM, che offre agli utenti un’attenzione immediata e integrale fuori dal loro domicilio.   Il dispositivo dispone di un bottone d’emergenza così come un sensore di cadute. La persona quando esce dal suo domicilio lo porta sempre insieme come se fosse un cellulare Profilo di clienti interessati: • Persone con un livello medio di autonomia che spesso svolgono attività fuori...

Leggi
In cosa consiste una centrale antifurto?

In cosa consiste una centrale antifurto?

La principale funzione di una centrale antifurto è la ricezione e la gestione di segnali d’allarme. Un sistema d’allarme emette segnali di emergenze, tecniche e di controllo. I segnali si ricevono nella centrale antifurto e, automaticamente, si registrano. In questo modo si può migliorare l’intervento dell’operatore perché possa gestire la situazione con i protocolli stabiliti. Verifica tramite foto Quando una centrale antifurto riceve un segnale d’allarme svolge le prove necessarie con un sistema visivo per identificare un’intrusione e vedere se si tratta di un’emergenza reale (furto, rapina, assalto, sabotaggio, emergenza medica ecc.) o verificando che si tratti di un falso allarme. Le operazioni da svolgere con questo servizio si stabiliscono in base ai bisogni del cliente. Telesorveglianza Possiamo osservare con telecamere di videosorveglianza e in tempo reale i luoghi che vogliamo controllare: una casa, un negozio, un magazzino, una banca, una gioielleria, un ufficio, un centro commerciale. Nel caso in cui si disponga di un sistema d’allarme con videocamere, quest’azione può essere automatica nel caso si verifichi un’incidenza, che viene salvata nell’archivio di sicurezza della Centrale Antifurto. Telecontrollo Il servizio di telecontrollo a distanza permette di attivare e disattivare il sistema d’allarme, i sistemi d’incendio, i sistemi d’energia, le sirene e i sensori dell’allarme. Controllo d’apertura e di chiusura Il cliente può ottenere informazioni delle attivazioni e disattivazioni del sistema di sicurezza. In questo modo sarà sempre in grado di determinare se l’uso del suo sistema di protezione si adatta ai suoi bisogni. Aggiornamenti bidirezionali Su richiesta del cliente, si può conoscere lo stato dell’installazione di sicurezza e agire sul sistema in base ai suoi bisogni puntuali....

Leggi
Página 4 de 11« Primera...23456...10...Última »