blog che spiega dalla A alla Z, tutto quello che bisogna sapere in materia di antifurti, sistemi d’allarme, funzionamento, tipi, novità…

Come scegliere un antifurto per il tuo business?

La preoccupazione che il nostro negozio o ufficio possa correre pericoli a causa di delinquenza o furti, è una realtà che spesso ci fa pensare alla possibilità di scegliere un sistema d’allarme per evitare qualsiasi intrusione o danno contro il nostro business. I sistemi d’allarme sono uno dei meccanismi di protezione che si utilizzano specialmente contro i furti. Se vogliamo fare uso dei servizi professionali di un antifurto per il nostro business, possiamo stipulare un contratto con un’azienda che si dedica a questo. La decisione è spesso costosa e per questo dobbiamo scegliere bene quale azienda contattare. Prima di tutto, l’esperienza e la qualità del servizio devono essere fattori da tenere in conto per installare un antifurto business. A seguire vi proponiamo alcuni consigli utili per rendere più facile la decisione e poter scegliere l’impresa che sia più conveniente: – Chiama la polizia per sapere quali sono le aziende antifurto autorizzate e registrate nella tua zona per evitare possibili frodi. – Puoi anche richiedere copie di foglietti informativi sulla sicurezza. Leggi attentamente per familiarizzarti con la terminologia impiegata nel settore dei sistemi d’allarme. – Chiedi ai vicini, familiari, amici e al tuo agente assicurativo le loro esperienze con le varie aziende d’allarmi. – Riduci la scelta a tre aziende più o meno. – Dirigiti al loro ufficio e cerca di risolvere questioni del tipo: Da quanto tempo sono aperti? Hanno una centrale antifurto che può monitorare la sicurezza del tuo negozio o ufficio 24 ore su 24? Hanno un servizio di attenzione al cliente attivo 24 ore su 24? Che tipo di sistemi di emergenza si attiveranno nel momento in cui si verifichi un salto di corrente? Il personale riceve una formazione costante per poter esercitare come professionisti della sicurezza privata? Non appena avrai scelto l’azienda, chiedi al rappresentante commerciale che realizzi un’ispezione del tuo negozio o ufficio per scegliere il sistema d’allarme adeguato alle tue...

Leggi
W come wireless: antifurto senza fili

W come wireless: antifurto senza fili

Molte persone si chiedono, cosa succederebbe se, una volta installato un antifurto un ladro cercasse di introdursi in casa tagliando i cavi elettrici. Dipendendo dal tipo di antifurto, un taglio dei cavi può rendere vulnerabile la tua casa.   Ci sono vari tipi di antifurto nel mercato, però oggi parliamo di antifurto normale e antifurto senza fili. I vecchi sistema di allarme sono connessi tra di loro grazie a un sistema di cavi. Se un intruso li taglia, l’allarme perde la connessione con la centralina antifurto. Alcuni di questi sistemi hanno una sirena che scatta non appena la centralina rimane senza segnale. Questo agisce come elemento dissuasorio, perché, con il cavo tagliato, non può avvisare la centrale. Se non c’è nessuno che possa sentire la sirena e avvisare la polizia, la sirena esaurirà la batteria e in poche ore smetterà di suonare. I sistemi antifurto senza fili sono diversi, dato che non ci sono elementi fisici che connettono gli elementi dell’antifurto, questi possono scattare indipendentemente dall’atto del taglio dei cavi del telefono o della luce. La soluzione più sicura è un antifurto senza fili che abbia un circuito di alimentazione proprio, che possa funzionare anche quando viene tagliata la corrente e invierà un allarme a una centrale operativa con un teleoperatore che possa verificare l’avvenuta intrusione e avvisare immediatamente le guardie...

Leggi
Vuoi proteggere la tua terrazza, giardino o portico? Ti diamo alcune indicazioni per scegliere un sistema antifurto per esterni.

Vuoi proteggere la tua terrazza, giardino o portico? Ti diamo alcune indicazioni per scegliere un sistema antifurto per esterni.

Quando ritornano il caldo e il bel tempo, una delle cose che ci piacciono di più è approfittare della nostra terrazza, del giardino o del portico. Ridecoriamo questi spazi con mobili e oggetti, e ci preoccupiamo della sicurezza di questi spazi. La soluzione migliore sarà ricorrere a un antifurto per esterni o a un sistema di sicurezza che eviti qualsiasi danno. Dunque prima che arrivino i mesi caldi dovremmo approfittarne per installare un antifurto per esterni. Qual è il più raccomandato e come dovremmo installarlo? Quando vogliamo installare un antifurto per esterni nel nostro balcone, o cortile o giardino, dovremmo ricorrere a un sistema che non provochi falsi allarmi, come per esempio a causa di animali (uccelli, gatti ecc.), foglie, sacchetti di plastica, ecc. La maggior parte dei sensori di movimento esterni (volumetrici) coprono due altezze diverse e l’antifurto scatta solo nel caso in cui entrambe i sensori vengano attivati. In questo modo si possono regolare per evitare che scatti l’allarme per colpa di un animale o di una pianta. Un’altra opzione sono gli antifurti perimetrali che riducono a zero i falsi allarmi. Si devono installare in modo che non si possano saltare o evitare, disponendo delle barriere in modo che se qualche intruso riuscisse a superare la prima zona protetta si troverebbe in un’altra zona protetta che limita i movimenti. Questo può supporre un costo maggiore anche se si tratta di un antifurto per esterni molto più efficace. Non è raccomandabile se non disponiamo di molto spazio perché sarebbe complicato installarlo nella maniera corretta in spazi ridotti. È importante tenere in considerazione che se si installano a forma di quadrato o rettangolo costituendo un perimetro lineare, qualsiasi persona che li rintracci, li potrebbe...

Leggi
Vivi solo? ecco alcuni consigli per la tua sicurezza personale

Vivi solo? ecco alcuni consigli per la tua sicurezza personale

Oggi giorno a causa della delinquenza e dell’elevato numero di furti in casa, ci sono molti rischi per la sicurezza personale di coloro che vivono sole. In generale le donne sono considerate gli obiettivi più vulnerabili per i ladri, così se sei una di loro presta speciale attenzione a questi consigli che potranno evitarti situazioni spiacevoli. Conoscere le facce e i nomi dei tuoi vicini, ti permetterà di riconoscere possibili intrusi. Anche se non sei in casa, illumina bene l’entrata per evitare che qualcuno si possa nascondere. Quando sei in casa accendi le luci per dimostrarlo. Mantieni costanti i contatti con familiari e amici e informali dei tuoi orari, per fare in modo che se succede qualcosa se ne possano rendere conto subito. Il tipico consiglio di non aprire la porta se non sai di chi si tratti, è sempre il più utile per la tua sicurezza personale. Installa uno spioncino nella porta per facilitare il riconoscimento delle persone che suonano il campanello. Se hai una chiave di riserva non nasconderla vicino a casa tua, per esempio nel vaso di piante dell’entrata. È meglio se la lasci a un vicino di cui ti fidi. Un altro consiglio tipico però importante è quello di non lasciare oggetti di valore in vista, come gioielli, dispositivi elettrici o soldi. Installa un sistema d’allarme con videosorveglianza e cartelli dissuasori per proteggerti da possibili ladri. La sicurezza è sempre troppo poca, perché i ladri riconoscono perfettamente una casa protetta da una che non lo è. Ricorda che più glielo rendi difficile, meno probabilità ci saranno che entrino in casa tua o compromettano la tua sicurezza...

Leggi
Alcuni consigli su come istallare un antifurto se hai un negozio

Alcuni consigli su come istallare un antifurto se hai un negozio

Se trascorso un po’ di tempo dall’apertura del tuo negozio, vista la situazione d’insicurezza che viviamo in questo momento, ti sei deciso a installare un antifurto, non resta che aspettare che gli specialisti dell’azienda realizzino l’installazione. Prima di installare un antifurto in un negozio, dobbiamo tenere in considerazione alcuni consigli che ci aiuteranno a realizzare tutto il processo. In primo luogo devi fissare un giorno e un’ora con il tecnico con cui installerai l’antifurto nel negozio. Cerca sempre di adattare l’appuntamento all’orario di apertura per evitare che comprometta i tuoi affari. L’obiettivo è che quest’operazione non coincida con orari in cui potresti perdere clienti potenziali, quindi cerca di organizzarti in un orario in cui il negozio è chiuso. Un altro aspetto da tenere in considerazione è assicurarci che non ci siano imprevisti dell’ultimo minuto. È preferibile che i tecnici realizzino tutte le visite necessarie e le prove opportune previe all’installazione, di modo che quando arriva il momento non si verifichino problemi che non si erano tenuti in considerazione. Questi problemi potrebbero provocare un ritardo nell’installazione dell’antifurto nel negozio o la necessità di svolgere ulteriori lavori che non avevi preso in considerazione, come migliorare l’impianto elettrico o di installazione. Per ultimo se il negozio ha bisogno di un ambiente tranquillo e silenzioso per la sua attività, è preferibile rimandare l’installazione del sistema di sicurezza a momenti in cui il negozio chiuso o non ricevi...

Leggi
L come ladro: cosa fare per prevenire i furti

L come ladro: cosa fare per prevenire i furti

Spesso siamo convinti che la nostra casa sia al sicuro perché si tratta di un appartamento all’ultimo piano, o perché abbiamo le inferriate alle finestre, perché è un interno, perché ci sono vigilanti nell’edificio o perché abbiamo un sistema d’allarme installato. Ma non per questo dobbiamo abbassare la guardia ed è consigliato  restare sempre attenti a prevenire i furti. Per questo vogliamo pubblicare il seguente post per mettervi in guardia da alcuni ‘mouds operandi’ dei ladri di zona. È certo che ogni casa può essere esposta alla possibilità di essere svaligiata dai ladri, ma non tutte le case corrono lo stesso pericolo, per esempio vivere in un pian terreno o in un attico suppone un maggior rischio, allo stesso modo che uno chalet isolato può essere più a rischio che un appartamento in centro città. In linea generale una casa abitata scoraggia i ladri dall’entrare, per questo il rischio di subire un furto aumenta nei giorni festivi, ponti e in estate. Gli esperti in sicurezza classificano i ladri di case nelle seguenti tipologie: LADRUNCOLI: sono persone senza qualifiche o conoscenze specifiche. Evitano complicazioni. Approfittano di occasioni propizie per accedere senza difficoltà e senza rischi eccessivi in casa. Usano più la forza che l’intelligenza. Usano strumenti come cacciavite, scalpello e martello. Non cercano un bottino determinato. A volte sono accompagnati da bambini piccoli che si possono introdurre tra le sbarre o in finestrelle in cui un adulto non potrebbe passare. Spesso sono bande di giovani che cercano l’emozione di un’avventura e più che furti realizzano atti vandalici. Non sono pericolosi ma in ogni caso non fidarti e per prevenire furti non far entrare tecnici dell’acqua, gas o elettricità che non siano stati chiamati e che dicono di venire da parte della compagnia. LADRI D’APPARTAMENTO: davanti a una porta, già a prima vista conoscono tutti i punti forti e i punti deboli, sanno cosa devono fare per aprirla, che strumenti usare e quanto tempo impiegano a forzarla. Cercano luoghi che presentano la minore difficoltà e che a priori possono incontrare un bottino interessante, in particolare soldi, carte di credito e gioielli. Di solito usano cesoie, piedi di porco e cunei. Se si sentono circondati possono essere pericolosi, preferiscono scappare quando gliene...

Leggi
C come chiavi: tutto quello che devi sapere per avere serrature sicure

C come chiavi: tutto quello che devi sapere per avere serrature sicure

Tutti almeno una volta abbiamo perso le chiavi di casa o ce le hanno rubate, per questo vogliamo raccontarvi cosa fare in questi casi e quali sono le ultime novità in tema di serrature sicure. Quando perdiamo le chiavi, il maggior problema si presenta se abbiamo perso o ci è stato rubato anche qualche documento in cui si indicava l’indirizzo a cui qualche maleintenzionato potrebbe risalire per introdursi e commettere un furto. La nostra raccomandazione in questo caso è denunciare il furto o lo smarrimento delle chiavi e usare la copia, che speriamo tutti abbiate. Se affittate un appartamento o se vivete in un appartamento in affitto, per fare in modo che le serrature siano sicure, bisognerebbe cambiarle ogni volta che cambiano gli inquilini. Infatti ogni volta che si conclude un contratto, le chiavi vengono restituite ma non si possono controllare le eventuali copie che siano state realizzate. Purtroppo il pericolo è sempre in agguato e anche se non abbiamo perso le chiavi o pensiamo che qualcuno possa averne una copia, non sempre le nostre serrature sono al sicuro. Un ladro impiega poco più di un minuto per poter entrare nella maggior parte delle case. Utilizza quasi sempre il metodo ‘key bumping’, con cui può aprire più del 90% delle serrature installate nelle nostre case. Da anni i fabbri utilizzano questo sistema per aprire serrature in caso di smarrimento delle chiavi o in situazioni di emergenza, però oggi è il metodo favorito di molti ladri. Bande di delinquenti utilizzano questa tecnica in tutta Europa: aprono i cilindri della serratura senza romperli, colpendo con un oggetto contundente (un martello o un semplice cacciavite) una chiave creata appositamente. Questo permette di separare i pistoni dai contropistoni liberando il giro di chiave. È un’operazione semplice e veloce che quasi non lascia traccia dello scasso. Porte blindate e chiusure con chiave non sono così sicure come ci aspettiamo. La soluzione migliore è installare un antifurto che, in caso di scasso di porte o finestre, faccia scattare l’allarme e metta in fuga i ladri....

Leggi
4 punti fondamentali per un antifurto sicuro

4 punti fondamentali per un antifurto sicuro

Quando decidiamo di installare un antifurto in casa o nella nostra azienda, dobbiamo scegliere l’opzione più sicura possibile per fare in modo che l’investimento iniziale sia giustificato. Ci sono molte compagnie che offrono vari tipi di antifurto però non tutte garantiscono lo stesso livello di sicurezza. Per sapere quali sistemi di allarme sono sicuri dobbiamo verificare che presentino almeno uno o più di questi quattro elementi: – Una sirena d’allarme. La sirena è fondamentale, la sua funzione è avvisare con un suono molto alto che si sta verificando un furto. Il suo obiettivo è che qualcuno dei nostri vicini chiami la polizia mentre non siamo a casa. – Un sensore di apertura. Collocato in porte e/o finestre attiverà l’antifurto in caso qualcuno entri in casa nostra o nel nostro locale o ufficio. – Verifica attraverso immagini e/o audio. Nel caso in cui scatti l’antifurto, il sistema invierà immagini e video alla centrale Operativa, per mostrare e registrare quello che sta accadendo nello spazio protetto dal sistema. Inoltre molti sistemi d’allarme possono inviare le immagini direttamente all’indirizzo email del cliente per fare in modo che controlli se si tratta di un’intrusione o un falso allarme. – Connessione ad una centrale operativa 24 ore su 24. Una centrale di questo tipo è essenziale nel momento in cui si vuole istallare un antifurto perchè permette di contattare le forze dell’ordine nel momento in cui si verifica un’intrusione. Molti sistemi d’allarme offrono altri servizi però questi quattro punti sono basici per garantire la protezione dai furti. Controlla sempre che il tuo antifurto te li possa...

Leggi
La domotica non é più fantascienza

La domotica non é più fantascienza

Il concetto di casa intelligente è cambiato: non è più un sistema di installazioni complesse, ma invece è formato da dispositivi facili da adattare a qualsiasi casa. La domotica ti permette di dedicare il tuo tempo a ciò che ti interessa davvero, tanto in casa quanto in azienda, perchè puoi gestire e visualizzare da un unico punto tutti sistemi installati: riscaldamento, antifurto, videosorveglianza, irrigazione ecc. Alcuni dei vantaggi della domotica che contribuiscono a migliorare la qualità della vita sono: poter accendere e spegnere le luci, o alzare e abbassare le persiane in qualsiasi momento e da qualsiasi posto; interagire con l’ambiente di casa dentro e fuori e gestirlo in vari modi. Puoi vedere sul tuo telefono chi suona il campanello, parlare con questa persona e decidere se aprire la porta o innescare l’allarme; quando esci di casa, ti basterà premere un pulsante per spegnere tutte le luci e attivare l’allarme; se ci sono bambini o persone anziane in casa puoi parlare con loro attraverso la televisione e controllare che tutto sia in ordine. La domotica include anche prese elettriche intelligenti, che ci permettono di controllare a distanza, dal nostro cellulare o programmandoli, tutti i dispositivi connessi. Si può fare direttamente o definendo orari e condizioni, anche attraverso un calendario di Google. Inoltre possono anche aiutare a calcolare il consumo di...

Leggi
V come videosorveglianza: una soluzione per proteggerti dagli intrusi

V come videosorveglianza: una soluzione per proteggerti dagli intrusi

La videosorveglianza è uno dei sistemi più radicali in quanto a sicurezza. Quando un ladro sta pianificando di entrare a rubare nel tuo negozio, realizzando la possibilità di essere filmato potrebbe ripensarci oppure optare per un altro locale che apparentemente non sembra essere videosorvegliato. Questo sistema è particolarmente indicato se vendi mercanzia di valore, bottino appetibile per i ladri. Inoltre può essere utile se non vai spesso al negozio e vuoi controllare i tuoi impiegati. Con le telecamere di videosorveglianza puoi accedere in tempo reale al tuo negozio di giorno e di notte e inoltre avrai l’opportunità di registrare le immagini e salvarle. In caso di furto o rapina, anche se i ladri cercassero di distruggere le telecamere il video registrato si salverebbe in un sistema esterno, per mettere in salvo il materiale filmato e consegnarlo poi alla polizia se ne avesse bisogno per il riconoscimento degli intrusi. Ci sono molti tipi di telecamere nel mercato e, dipendendo dalle tue esigenze e dalle dimensioni del tuo locale, ti converrebbe installarne più d’una. Te ne presentiamo tre tipi differenti. Per distanza: probabilmente ti interessa che la videocamera miri alla porta d’entrata, però la distanza tra il tetto e la parete può essere molta. Anche se le telecamere possono filmare da grandi distanze, di notte (che è quando si verificano più furti) le telecamere vedono a una distanza minore. Per questo se vuoi controllare tutti i metri necessari, informati su quanto può vedere la telecamera in mancanza di luce. Normalmente sono 15 metri, però ci sono telecamere che filmano a una distanza media di 50 metri e alcune arrivano addirittura a 90. Per raggio: se il tuo negozio è in un locale molto largo, ci sono telecamere che coprono un amplio raggio d’azione. Se lo spazio è quadrato, circolare o convesso, è consigliabile installare una telecamera a rotazione. Puoi scegliere da quelle che girano 40-50º a quelle che ruotano 90º. Le più sicure sono quelle che coprono un raggio di 360º, perchè con una sola telecamera puoi sorvegliare tutto lo spazio. Per definizione: la distanza e la mancanza di luce rendono difficile la visione delle telecamere, e se il tuo sistema non ha una buona definizione, sarà impossibile riconoscere gli intrusi....

Leggi
Página 10 de 11« Primera...7891011