blog che spiega dalla A alla Z, tutto quello che bisogna sapere in materia di antifurti, sistemi d’allarme, funzionamento, tipi, novità…

I segnali d’emergenza devono arrivare a una centrale antifurto

I segnali d’emergenza devono arrivare a una centrale antifurto

on Dic 22, 2016 in CONSIGLI | 0 comments

Le aziende più grandi nel settore della sicurezza installano nelle loro sedi una centrale antifurto in cui ricevono tutti i segnali d’allarme dagli impianti dei clienti. Ogni avviso viene gestito da esperti di sicurezza in tempi brevissimi per poter contattare le forze dell’ordine il più presto possibile. Queste centrali antifurto sono operative 24 ore su 24, 365 giorni all’anno e vengono adibite e protette per garantire la sicurezza e riservatezza di ciò che accade negli immobili in cui sono installati i sistemi d’allarme.

Per garantire che i segnali d’allarme arrivino correttamente alla centrale antifurto, le aziende di sicurezza fanno affidamento su tecnologie d’avanguardia. Le aziende più avanzate hanno una rete propria di trasmissione per evitare che i ladri possano inibire i segnali d’emergenza emessi dai sistemi nel momento in cui si verifica un furto.

I professionisti della centrale antifurto che ricevono i segnali d’allarme sono preparati e formati per attivare i protocolli di sicurezza più adatti ad ogni situazione e, se necessario, avvisano la polizia o i pompieri o vigilanti privati, in base al motivo per cui è scattato l’allarme.

Le circostanze nel quale avviene uno scatto di allarme possono essere molto delicate, per questo le persone che lavorano in una centrale antifurto ricevono una formazione specifica per garantire l’efficienza del loro lavoro e per fare in modo che i clienti possano mantenere la calma nel momento in cui sono in contatto con gli operatori della centrale.

Le aziende più grandi includono nel loro staff, personale che si dedica esclusivamente alla formazione degli operatori della centrale antifurto studiando e creando corsi e nuovi processi d’azione. In questo modo i custodi della sicurezza dei clienti vengono formati su diverse tematiche come, per esempio, possibili cambi nella legislazione sulla sicurezza privata, comunicazioni delle forze dell’ordine, uso di nuovi strumenti per l’ottimizzazione dei processi, protocolli d’emergenza ecc.  

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *